Home Page Home Page Articoli Anteprima su Visual Studio .NET 2005

Anteprima su Visual Studio .NET 2005

Visual Studio .NET Whidbey, ossia la prossima versione di Visual Studio .NET basato sul Framework 2.0 è ancora in cantiere ma grazie all'Alpha rilasciata agli sviluppatori in occasione della PDC 2003 possiamo vedere quali novità ci aspettano. Eccone alcune!
Autore: David De Giacomi Livello:
Che cos'è Visual Studio .NET Whidbey ?
Whidbey è semplicemente il nome in codice della nuova versione del prodotto di punta di casa Microsoft relativamente allo sviluppo di applicazioni.
Ad oggi siamo fermi alla versione 2003 di Visual Studio .NET che si appoggia al Framework 1.1 così come la 2002 si appoggiava all'1.0. Whidbey invece, oltre ad essere stato pesantemente migliorato come ambiente IDE, si appoggerà all'innovativa e aggiornata versione 2.0 del .NET Framework che permette di ottenere risultati strabilianti con pochissime righe di codice, anzi, a volte non è addirittura necessario scrivere codice!
Uno degli obbiettivi di Microsoft è infatti quello di aumentare la produttività dello sviluppatore accorciando i tempi per la scrittura di codice comune permettendogli di concentrarsi maggiormente sulla business logic dei propri software. L'ultimo Slogan Microsoft pubblicitario "Do more with less" è, in questo caso, particolarmente azzeccato!

Dove posso scaricare Visual Studio .NET Whidbey ?
La prima release Alpha al pubblico è stata rilasciata in occasione della PDC 2003 Conference tenutasi a Los Angeles gli ultimi di Ottobre del 2003, qui potete vedere un po' di foto e qualche novità sull'evento:
http://www.dotnethell.it/news/nw.aspx?NewsID=44 ">Microsoft PDC 2003 - Viaggio, Albergo e Convention Center
http://www.dotnethell.it/news/nw.aspx?NewsID=45 ">Microsoft PDC 2003 - Pre Conference, Bill Gates Jim Allchin e Windows Longhorn
http://www.dotnethell.it/news/nw.aspx?NewsID=46 ">Microsoft PDC 2003 - Whidbey e Yukon, Universal Studios, Fine Conference e ritorno a Londra

Ecco il DVD di Whidbey che ci hanno consegnato:

Il DVD di Whidbey
Il DVD di Whidbey


Se qualcuno non fosse riuscito a partecipare alla Conferenza di cui sopra può ricevere Whidbey solo se è un abbonato MSDN. In questo caso è possibile scaricarne una copia online oppure richiedere il kit gratuitamente a Microsoft. In tutti gli altri casi è necessario attendere la fase di beta di Whidbey che comincerà a quanto pare proprio nel primo trimestre 2004.

Il DVD e il Setup di Whidbey
L'intero DVD occupa circa 4.1 Giga quindi il materiale non manca, infatti ecco i contenuti principali:

- Visual Studio "Whidbey" Technology Preview
- V.NET Framework "Whidbey" x86
- V.NET Framework "Whidbey" IA64
- V.NET Framework "Whidbey" SDK x86
- V.NET Framework "Whidbey" IA64

Spicca il fatto che sia finalmente presente anche l'SDK a 64 Bit per la nuova generazione di processori.

Il Setup di Whidbey è molto simile ai setup delle vecchie versioni di Visual Studio .NET, e come nelle altre versioni richiede per una installazione Full più di un'ora di tempo. L'attesa viene comunque ricompensata dalla marea di features presenti nel prodotto.

Il setup di Whidbey
Il setup di Whidbey


Per un'installazione completa fra l'altro sono necessari su disco circa 2.5 Giga per il prodotto più 1.9 Giga per la documentazione MSDN, mica poco! :)

Whidbey ai blocchi di partenza!
Ecco subito un paio di Screenshots del nuovo ambiente di Whidbey che a prima vista sembra identico al precedente, anche se contiene decine di nuove features:


Whidbey all'avvio

WebForms con Whidbey

WinForms con Whidbey


Esaminiamo dunque ora qualche novità dell'IDE.

Nuovo sistema di Docking per le finestre dell'IDE
Vorrei cominciare proprio da questa feature perchè la trovo molto utile visto che in passato ho perso molto tempo nel riposizionarie le finestre all'interno dell'ambiente.
L'ambiente di sviluppo dev'essere non solo potente ma anche confortevole, cioè il programmatore deve trovarsi a suo agio ed avere una flessibilità estrema in modo da personalizzarlo in base alle sue esigenze. Succedeva con le vecchie versioni di Visual Studio che spostando per esempio la finestra delle proprietà da una parte all'altra dello schermo non si capiva mai dove bisognava muoversi per far sì che si agganciasse nel punto in cui volevamo. Ecco cosa succede ora con Whidbey::

Il nuovo sistema di Docking
Il nuovo sistema di Docking


Come vedete non appena muovete una finestra, appaiono quattro frecce direzionali (alto, basso destra e sinistra). Muovendosi su una di queste frecce si può agganciare in modo molto semplice e rapido la finestra.

La stessa cosa succede quando muovete una finestra all'interno di un'altra a linguette (tabbed), in questo caso compare un diamante che vi permette di agganciare la finestra sottoforma di nuova linguetta oppure di dividere la stessa area con le altre finestre presenti come succede di solito con la finestra "Solution Explorer" e con la finestra delle "proprietà degli oggetti".

Potete vedere il
Potete vedere il "diamante" sulla destra


Docking dei controlli nelle WinForms
Anche nello sviluppo delle WinForms è stato introdotto un nuovo tipo di "Docking". Quante volte vi è capitato di creare più controlli, tipicamente più Buttons, e doverli allineare tutti sulla stessa linea di base ? Se c'è la griglia è una passeggiata ma spesso chi non la usa deve andare a modificare manualmente nella finestra delle proprietà la coordinata X o Y.
Ora con Whidbey durante il dragging del controllo, appare automaticamente una linea base su cui andrà ad appoggiarsi il vostro controllo nuovo eccone una dimostrazione:

Docking dei controlli in azione
Docking dei controlli in azione


Personalizzazione dell'ambiente IDE (Visual Studio Profiles)
Durante l'installazione di Visual Studio .NET Whidbey viene chiesto all'utente che tipo di applicazioni svilupperà e in che linguaggio (per esempio applicazioni Web, oppure C# e così via). In base a questa scelta l'ambiente ha una set di templates predefiniti che ne modificano l'organizzazione in modo da far sentire a suo agio il programmatore. Dal menù Tools->Import/Export Settings infatti è anche possibile modificare il template utilizzato:

Reset delle impostazioni
Reset delle impostazioni


Come vedete oltre ad applicare dei Templates predefiniti potete costruirne uno personale che eventualmente in seguito potrete importare/esportare su un altra macchina ritrovando configurato l'ambiente e non perdendo tempo inutile nel adattarlo alle vostre necessità.
Potete quindi portarvi dietro, posizione delle finestre, tipo di font usati, configurazioni della tastiera e così via. I file che contengono tutte queste impostazioni hanno una nuova estensione .vssettings che, inutile dirlo, sono XML Based.

Code Refactoring C#
Un'altra grande feature dell'ambiente che purtroppo è solo disponibile per chi programma in C# e J# è il re-factoring del codice sorgente, con pochi click infatti è possibile creare degli Skeleton relativi ai costrutti di codice più usati come Try...Catch o cicli Do...While e così via, ne vediamo qui sotto una screenshot:

Code Refactoring in Whidbey
Code Refactoring in Whidbey


ed ecco il risultato:

Code Refactoring in Whidbey
Code Refactoring in Whidbey



Introduzione degli Smart Tags in Whidbey
Avevamo visto per la prima volta questa tecnologia in azione Microsoft Office XP e anche in Internet Explorer, ora sono stati introdotti anche in Visual Studio. Effettivamente portano dei grandi benefici in termini di velocità di sviluppo e, lo dice il nome "Smart", sono effettivamente intelligenti visto che si accorgono in base al contesto delle operazioni che eventualmente si possono effettuare su un particolare oggetto. Sviluppando in ASP.NET ci si potrà accorgere come appena selezionata una GridView appaia uno Smart Tag con tutte le operazioni possibili collegate al GridView:

Smart Tags in funzione su una GridView
Smart Tags in funzione su una GridView


Allo stesso modo anche durante la digitazione del codice in Visual Basic .NET possiamo trarre beneficio dalle funzionalità offerte dagli Smart Tags, infatti con pochi click e con un'estrema rapidità, è possibile correggere problemi tipici dello sviluppo, per esempio l'errata digitazione del nome di una classe. In questo caso lo Smart Tag ci viene in aiuto proponendoci vari nomi di classe in cui probabilmente ci sarà quello che volevamo digitare:

Smart Tags in funzione su una GridView
Smart Tags in funzione su una GridView



Linee di revisione del codice
Nella finestra di editing del codice di Whidbey sul fianco sinistro sono stati aggiunti dei Marker Colorati che vi permettono di identificare rapidamente quale codice è stato modificato dall'ultimo salvataggio.
Infatati non appena salvate un file i marker si colorano di Verde e non appena digitate del codice aggiuntivo si colorano invece di Giallo. Naturalmente anche il comportamento di questa feature può essere modificato dalle opzioni di Visual Studio. Ecco i marker visualizzati a fianco del codice:

I marker colorati di giallo e verde
I marker colorati di giallo e verde



Debug, Edit and Continue VB.NET
Era ora! Feature prevista anche nelle versioni precedenti di Visual Studio .NET, ma che non era mai stata integrata probabilmente per i tempi stretti del rilascio. Ora programmando con Visual Basic .NET è possibile durante la sessione di Debug modificare il codice senza interrompere l'applicazione e vedere le modifiche già da subito applicate e funzionanti :)

Una sessione di Debug con VB.NET
Una sessione di Debug con VB.NET


Conclusioni
Siamo alla fine dell'articolo ma c'è ancora tanto da dire. Ho segnalato in questa breve introduzione le features più importanti del rinnovato ambiente di sviluppo Microsoft. Il prodotto come vedete sembra eccezionale e siamo ancora in fase di alpha, quindi chissà se e quali altre features andranno ad implementare gli uomini di Redmond nei prossimi mesi.
Nei prossimi articoli parleremo anche di altro, di ASP.NET 2.0 e di tutti i nuovi controlli e tecnologie introdotte, del Framework 2.0, e di Windows Longhorn. Stay Tuned!
Voto medio articolo: 3.8 Numero Voti: 6
David De Giacomi

David De Giacomi

MVP Program Logo Approda al mondo dell'informatica nell' Aprile del 1994. Un amico gli fa conoscere il Quick Basic del DOS. E' cosi che inizia la sua attività di sviluppatore. Prosegue il suo percorso con altri linguaggi (Visual Basic, Pascal, Java, ANSI C), fino ad arrivare a .NET. Per un certo periodo affianca all'attività ... Profilo completo

Articoli collegati

Riordinare le righe di una GridView con AJAX
La GridView, un controllo molto potente e flessibile che però non può offrire tutto. Vediamo in questo articolo come estenderlo implementando meccanismi di reordering delle righe usando AJAX
Autore: Riccardo D'Aria | Difficoltà:
Membership, Role e Profile Provider personalizzati
Chi deve gestire in modo consistente autenticazione, gestione dei ruoli e profilazione degli utenti di un sito Internet non può non conoscere i Providers (MembershipProvider, RoleProvider e ProfileProvider) offerti da ASP.NET. Vediamo che cosa sono, a cosa servono e come si costruiscono.
Autore: Marco Rossi | Difficoltà: | Commenti: 13
Da AJAX ad Atlas nuove tecnologie per un Web di nuova generazione
Nell'ultimo periodo si è parlato molto di Atlas l'ultima tecnologia Microsoft per rendere le pagine web dinamiche, interattive e molto più attraenti, in modo da essere sempre più somiglianti a vere e proprie applicazioni Windows. Cominciamo a conoscere questa tecnologia per sapere cosa potremo fare nelle applicazioni ASP.NET di prossima generazione.
Autore: Matteo Raumer | Difficoltà: | Commenti: 6
La classe Profile di ASP.NET 2.0
In un'applicazione ASP.NET è cosa comune avere la necessità di gestire alcune proprietà che caratterizzino ogni utente, sempre disponibili tra le varie pagine. L'approccio con la versione 1.1 del Framework si basava sull'uso dell'oggetto Session. Con la versione 2.0 il Framework ci mette a disposizione la classe Profile.
Autore: Matteo Raumer | Difficoltà: | Commenti: 3 | Voto:
Le WebParts in ASP.NET 2.0
Scopriamo le WebParts, i nuovi Web Controls di ASP.NET 2.0 che consentono di personalizzare sia i contenuti che l'interfaccia grafica delle nostre applicazioni Web, tecnologia giù utilizzata ampiamente nel prodotto Sharepoint Portal Server 2003.
Autore: Marco Caruso | Difficoltà: | Commenti: 6 | Voto:
Scopriamo l'oggetto Gridview di ASP.NET 2.0
Nonostante la Datagrid di ASP.NET 1.x offrisse già molta flessibilità, con il Framework 2.0 è stato introdotto un nuovo oggetto, la Gridview, erede della DataGrid che, migliorata e potenziata, faciliterà di molto la vita agli sviluppatori Web.
Autore: Giovanni Ferron | Difficoltà: | Commenti: 1 | Voto:
Configurazioni Web con ASP.NET 2.0
Vediamo come cambia e come viene semplificata la configurazione in ASP.NET 2.0 attraverso i nuovi controlli di login, il tool d'amministrazione e l'amministrazione attraverso Internet Information Server (IIS)
Autore: Marco Caruso | Difficoltà: | Commenti: 4
Più facile con il .NET Framework 2.0 :-)
Da quando ho cominciato a "smanettare" per arrivare poi a "lavorare" con il framework 1.x, mi sono trovato subito a mio agio con gli elementi che il .NET metteva a disposizione, ma per alcune cose già sapevo che avrei dovuto lavorare. Con la versione 2.0 del Framework alcune di queste sono state già inserite semplificandomi ulteriormente la vita...
Autore: Matteo Raumer | Difficoltà: | Commenti: 1
ASP.NET Themes e Skins con Visual Studio .NET 2005
Una delle novità introdotte in Whidbey è la possibilità di applicare dei Temi (Themes) alle nostre applicazioni o pagine Web e addirittura applicare delle Skins singolarmente ai controlli delle Web Forms in modo estremamente flessibile e rapido.
Autore: David De Giacomi | Difficoltà: | Commenti: 3 | Voto:
Copyright © dotNetHell.it 2002-2017
Running on Windows Server 2008 R2 Standard, SQL Server 2012 & ASP.NET 3.5