Breve riepilogo per distribuire applicazioni con SQL Express in un gru...

venerdì 14 gennaio 2011 - 15.44
Tag Elenco Tags  .NET 2.0  |  .NET 3.0  |  .NET 3.5  |  .NET 4.0  |  Windows 7  |  Windows Vista  |  Windows XP  |  Visual Studio 2010  |  Visual Studio 2008  |  Visual Studio 2005  |  SQL Server Express

stefano1856 Profilo | Junior Member

Ho scritto il riepilogo seguente sulla distribuzione di un programma con accesso multi utente in un gruppo di lavoro, dopo avere letto vari articoli sull'argomento, per avere i vostri commenti.
L'esigenza primaria è quella di automatizzare al massimo il processo

Si parte naturalmente con la creazione di un pacchetto di installazione contenente anche i requisiti necessari (framework e sqlexpress)
L'utente finale installa quindi il programma sul server e il client sql su ogni postazione di lavoro.

Si passa quindi ad abilitare le connessioni remote e SqlBrowser mediante surface area configuration e si riavvia il servizio sql
Aquesto punto è necessario impostare una porta statica per il servizio che per la versione express è configurato di default su una porta dinamica
e alla configurazione del firewall sia sul server che sul client per permettere la comunicazione su tali porte e per abilitare il SqlBrowser
(http://msdn.microsoft.com/it-it/library/ms345318%28SQL.90%29.aspx)

Ha questo punto ha creato una piccola applicazione console che, eseguita sul server, modifica la stringa di connessione contenuta nel file .config col nome del computer server

Con l'utilità SqlCmd si esegue uno script t-sql contenuto in un file sql che esegue "'l'attacco" del db all'istanza, crea un account di accesso, crea un utente per il db per l'account di accesso, e gli assegna i permessi.
(http://msdn.microsoft.com/it-it/library/ms170207%28SQL.90%29.aspx)

Questi ultimi 2 passaggi, inseriti al termine dell'installazione dell'applicazione, minimizzano ulteriormente l'interazione dell'utente.

NOTE:
La stringa di connessione è già impostata per l'autenticazione sql e con l'account di accesso che ho inserito nello script t-sql

Si presuppone che non vi siano problemi legati alla sicurezza accettando di utilizzare un unico account sql per tutti gli utenti

***

Visto i commenti () immagino che quanto scritto sopra sia corretto





Partecipa anche tu! Registrati!
Hai bisogno di aiuto ?
Perchè non ti registri subito?

Dopo esserti registrato potrai chiedere
aiuto sul nostro Forum oppure aiutare gli altri

Consulta le Stanze disponibili.

Registrati ora !
Copyright © dotNetHell.it 2002-2017
Running on Windows Server 2008 R2 Standard, SQL Server 2012 & ASP.NET 3.5