Home Page Home Page News Che anno sarà il 2005 ? - Considerazioni sul futuro

Che anno sarà il 2005 ? - Considerazioni sul futuro

Oggi è lunedì, le feste e le ferie sono finite, quasi tutti ormai sono rientrati al lavoro e l'anno 2005 è praticamente appena cominciato. Nel 2004 il mondo dell'Information Technology dopo anni di tempesta ha ricominciato a vedere la luce, che cosa ci riserverà il 2005 ?
Un 2004 incerto e di transizione
Gli anni della new economy sembrano già molto lontani nel tempo. Le ferite aperte dalla bolla speculativa di qualche anno fa non si sono ancora rimarginate.
Io credo che anche quest'anno, il 2004 appena concluso, è stato un anno di transizione.
Il settore IT ha dato qualche segno leggero di ripresa, nonostante la difficile congiuntura economica, però c'è da notare che sul campo di battaglia sono rimasti ancora molti fra morti e feriti. Le professionalità in campo si sono ridotte ancora sensibilmente. I vecchi e cari programmatori HTML e ASP sono quasi ormai spariti... erano stati il tormentone della new economy periodo in cui tutti, ma proprio tutti, erano diventati quanto meno programmatori.
Un po' forse per l'inesorabile progresso della tecnologia, un po' forse perchè proprio programmatori non erano, e forse era meglio dedicarsi a qualcosa di più redditizio, un po' anche perchè il mercato del lavoro ha subito una contrazione notevole e quindi posto per tutti non c'era più. Solo chi non è rimasto fermo e si è saputo aggiornare e rinnovare trova ancora posto oggi in questo nostro mondo tecnologico.

Consumi e nuove tecnologie
I consumi nell'anno 2004 hanno rallentato molto la loro corsa. Si è salvato un po' il nostro settore in particolare nel campo dei telefonini, elettrodomestici hi-tech da casa come lettori DVD, TV al Plasma, palmari e portatili.
Il progresso nel campo dell'hardware ha subito una drastica accelerazione e i prezzi hanno continuato a scendere grazie anche al cambio favorevole euro dollaro.
Novità all'orizzonte molto significative su questo fronte non se ne vedono. Ci sono in preparazione nuovi protocolli e standard per le connessioni senza fili, nuove generazioni e formati di DVD sempre più capienti, una continua miniaturizzazione degli strumenti (telefoni, palmari, laptop, ecc.) ma qualcosa con un impatto significativo non c'è.
Alcuni mercati addirittura sono completamente saturi (Vedi telefoni cellulari) e non vedo sbocchi a breve (forse l'UMTS sempre che i servizi che pubblicizzano siano garantiti e ad un costo accessibile.
Una delle novità più interessanti dell'anno è stato il Media Center di Microsoft anche se altro non è che un semplice computer equipaggiato con un sistema operativo Ad Hoc per emulare Televisione, Videoregistratore e Lettore DVD/MP3, ecc.

Cambiano gli equilibri nel mondo dei colossi IT
Anche dal punto di vista del software forse è un anno di passaggio. C'è stata di recente un'acquisizione molto imponente di Peoplesoft da parte di Oracle. Google si è quotata con successo in borsa. Microsoft ha fatto qualche spesuccia ma ha anche investito molto denaro in progetti come MSN Search, la nuova suite di sviluppo Visual Studio Team System e il nuovo database Server SQL Server 2005. Tutti questi prodotti vedranno la luce in quest'anno 2005.
Windows Longhorn è ancora all'orizzonte. Nel 2004 è stato annunciato che uno dei componenti chiave di questo sistema operativo sarebbe stato rimosso. Stiamo parlando di WinFS. Spero solo sia uno scherzo ma a quanto pare non è così.
IBM invece proprio recentemente ha ceduto la sua divisione PC a una azienda cinese chiamata Lenovo. Saremo costretti ad andare a lavorare in Cina anche noi ?

In Italia tiene banco la fusione Tim-Telecom
In campo italiano si sta per assistere a una mega fusione nel campo delle telecomunicazioni fra Tim e Telecom Italia. Probabilmente queste operazioni sono dettate solo ed unicamente da un taglio dei costi vista l'economia stagnante e im mercati saturi. Wind forse sta per essere ceduta a FastWeb.
Oltre a queste aziende che tutto sommato stanno in piedi e in alcuni casi (Tim) vanno molto bene ce ne sono altre che vanno molto molto male.

Tramonta l'informatica italiana?
Finmatica per esempio, azienda bresciana simbolo della new economy è stata dichiarata da un tribunale fallita prorpio qualche settimana fa. Dopo aver rilevato piccole aziende a destra e a manca si è ritrovata con una montagna di debiti a cui non ha potuto fare fronte. La chiusura è stata inevitabile.

Finsiel azienda di consulenza e di Information Technology controllata da Telecom Italia stava per essere venduta. Niente ancora di certo, sicuramente se è uscita questa voce qualche cosa di vero c'è sicuramente.

Tiscali pioniere dell'Internet Gratis è in grave difficoltà. Ha in scadenza un Bond obbligazionario (tipo Parmalat) e per far fronte a ciò sta vendendo varie divisioni per fare cassa. Ha cominciato con la divisione del Belgio, ora rumors di borsa dicevano che erano in trattativa per cedere la divisione Francia.

Sono notizie che mi lasciano molto perplesso sullo stato attuale del mondo informatico in Italia e sul suo futuro. Una riflessione da parte di tutti forse è necessaria.

Nel frattempo, auguro a tutti un Buon anno 2005 ricco di felicità fortuna e soddisfazione.

David De Giacomi

News Collegate


Non è presente nessuna news collegata. Torna all'elenco news 
Copyright © dotNetHell.it 2002-2017
Running on Windows Server 2008 R2 Standard, SQL Server 2012 & ASP.NET 3.5