Home Page Home Page News Google rilancia con la Web Mail, sarà vero ?

Google rilancia con la Web Mail, sarà vero ?

E' da qualche giorno che questa notizia circola sulla rete Internet ma nessuno ha ancora capito se Google sta facendo sul serio o meno, sembra infatti che stia per lanciare un servizio di Web Mail molto innovativo, vediamo di cosa si tratta.
Cos'è GMail o semplicemente Google Mail?
E' un servizio innovativo che Google promette di mettere a disposizione degli utenti in un futuro molto breve. Attualmente il servizio è ancora in fase di test. Sono state aperte solo poche caselle per pochi eletti.
Il servizio è caratterizzato da una quantità di spazio enorme, ben 1 Gigabyte per utente.
Così secondo Google sarà possibile immagazzinare la corrispondenza di mesi e mesi.
Inoltre grazie ai potentissimi algoritmi di Google sarà possibile ricercare in pochi istanti messaggi passati, cosa che oggi purtroppo non è possibile con i programmi attuali (Vedi Outlook). Vi mostro qui sotto una screenshot del servizio:

GMail in azione
GMail in azione


Un servizio gratuito, ma Google come campa ?
E' molto semplice, con la solita pubblicità.
Sembra infatti che nella parte destra della pagina web appariranno dei messaggi pubblicitari così come oggi succede quando lanciamo delle ricerche via web.
Immagino che comunque che il traffico dovrà essere molto elevato per giustificare una spesa che consenta di offrire 1 giga di spazio disco e potenza di calcolo delle CPU a costo zero per gli utenti.

E la privacy ?
Questa a mio avviso è la cosa più pesante, dove va a finire la nostra Privacy ?
Si critica sempre Microsoft dicendo che fa uso dei nostri dati per scopi di marketing ecc.ecc. , che cosa succederà se invece Google mette online un servizio simile.
Potrà incrociare tutta la corrispondenza e formulare dei profili personalizzati di utenti normali e/o potenziali clienti a cui poi vendere prodotti o visualizzare pubblicità mirata.
Non c'è dubbio che questa è una cosa che avviene già oggi con MSN, Yahoo Mail e simili, però Google ultimamente sta accentrando troppe informazioni e questo potrebbe causarle dei problemi.
Già con la GoogleBar come da me segnalato già precedentemente c'è una violazione della privacy palese. Infatti se è abilitata la funzione Pagerank Google può monitorare (fare un tracking) di tutti i siti web e le pagine che visualizziamo. Non è una cosa molto carina specialmente se si fa all'insaputa dell'utente.

Windows Longhorn batte Google 1-0
Certamente Google ha messo in campo una bella idea e un buon servizio (sempre se mantengono le promesse fatte) però stando a quello che sarà contenuto in Windows Longhorn il servizio di Google non avrà più senso d'esistere e vi spiego subito perchè.
Premesso che immagino che la maggior parte del popolo Internet preferisca avere la propria posta salvata sul computer locale e consultabile in ogni momento anche se disconnessi dalla rete.
Considerando come già fatto poco fa che i programmi attuali non ci permettono di effettuare ricerche rapide e mirate sulla nostra corrispondenza.
Sapendo che Windows Longhorn uscirà con un sistema appunto che ci permetterà di avere risultati di ricerca su file e cartelle e su email nel giro di pochi centesimi di secondo, ne esce che il servizio di Google servirà a poco o a niente... stiamo a vedere.
Per vedere come funziona WinFS e in generale Windows Longhorn potete vedere qui:

http://www.dotnethell.it/articles/article.aspx?ArticleID=114 ">Windows Longhorn (parte 1)
http://www.dotnethell.it/articles/article.aspx?ArticleID=113 ">Windows Longhorn (parte 2)

News Collegate


Non è presente nessuna news collegata. Torna all'elenco news 
Copyright © dotNetHell.it 2002-2021
Running on Windows Server 2008 R2 Standard, SQL Server 2012 & ASP.NET 3.5