Ricerca sull'uso dell'email

mercoledì 28 maggio 2008 - 09.14

loregian Profilo | Newbie

Ciao a tutti,
all'Università di Milano-Bicocca stiamo svolgendo una ricerca sull'uso della posta elettronica. Il nostro scopo è di raccogliere requisiti per sviluppare un'add-on per Outlook o un'extension di Thunderbird per gestire il retract (ovvero l'undo, ovvero l'annullamento dell'invio dei messaggi) secondo le preferenze di un campione più ampio possibile di utenti.

Vi saremmo grati se ci dedicaste 10 minuti, per rispondere ad un breve questionario:
http://www.siti.disco.unimib.it/QuestionarioEmail
(se il link non funziona, link alternativo: http://www.entechne.com/questionarioemail )

Grazie mille in anticipo!

Brainkiller Profilo | Guru

>Ciao a tutti,
>all'Università di Milano-Bicocca stiamo svolgendo una ricerca
>sull'uso della posta elettronica. Il nostro scopo è di raccogliere
>requisiti per sviluppare un'add-on per Outlook o un'extension
>di Thunderbird per gestire il retract (ovvero l'undo, ovvero
>l'annullamento dell'invio dei messaggi) secondo le preferenze
>di un campione più ampio possibile di utenti.

Puoi spiegare con qualche dettaglio in più che sono curioso.

>Vi saremmo grati se ci dedicaste 10 minuti, per rispondere ad
>un breve questionario:

Entrambi i link non funzionano

Ciao

David De Giacomi | Microsoft MVP
http://blogs.dotnethell.it/david/

loregian Profilo | Newbie

Ho provato i link e funzionano... non posso dare maggiori dettagli per non influenzare le risposte :)

Comunque poi pubblicheremo i risultati e li manderemo a chi inserisce la sua email nel questionario (è facoltativa) -- e ribadisco che l'indirizzo email non verrà usato per altri fini

Brainkiller Profilo | Guru

Questo è quello che esce aprendo i due link:

Microsoft JET Database Engine error '80040e21'
The field is too small to accept the amount of data you attempted to add. Try inserting or pasting less data.
/QuestionarioEmail/counter.inc, line 35

Ciao

David De Giacomi | Microsoft MVP
http://blogs.dotnethell.it/david/

loregian Profilo | Newbie

Accidenti... strano, è la prima volta che mi viene segnalato... e a me non succede

Credo che sia un problema di browser... infatti corrisponde all amemorizzazione di questa variabile
Request.ServerVariables("HTTP_USER_AGENT")

il mio collega che ha creato il db deve aver fatto il campo troppo piccolo, lui è in ferie (classico) e io non ho accesso al db :)

Posso solo suggerire di usare un altro browser :)

Wamba Profilo | Expert

Con notevole ritardo, ho compilato il modulo. Spero possa ancora essere utile.
-----------------------------------------------------------
Solo chi ha il Caos dentro può generare una stella danzante
Wamba
http://blogs.ugidotnet.org/WamBlog/
http://www.intellimaker.com

loregian Profilo | Newbie

Grazie mille! Sì, il sondaggio è ancora aperto :)

Brainkiller Profilo | Guru

>Grazie mille! Sì, il sondaggio è ancora aperto :)

Ciao,
compilato anche io, ma come mai il focus è puntato sul fatto di spedire una mail e poi di annullarla ?
Tra l'altro una delle prime domande, sul fatto dell'esistenza di questa funzione è posta male. Nel senso che normalmente non mi risulta che ci sia questa funzionalità (protocolli standard), su Exchange invece c'è.
Sbaglio ?

Per risolvere tutto è sufficiente impostare sul client la spedizione della mail in uscita dopo 5 minuti così uno ha il tempo di verificare se ha fatto una cazzata nello spedirla o no.

Ciao

David De Giacomi | Microsoft MVP
http://blogs.dotnethell.it/david/

loregian Profilo | Newbie

be', e perche' proprio 5 minuti? ;) Uno può accorgersi di un errore o pentirsi anche dopo 6, 10, 30 minuti... comunque (parte del) nostro focus è capire quanto la conoscenza sia diffusa, perché non si punti su questa funzione, ed eventualmente come averne una migliore (più rispondente ai desideri/abitudini degli utenti)

Brainkiller Profilo | Guru

>be', e perche' proprio 5 minuti? ;)

Perchè di solito a me capita entro i primi 3/5 minuti. Ed inoltre se il periodo di tempo è troppo lungo allora perde d'importanza l'utilità della e-mail, se tu devi tenere come dire "loccata" per un periodo di tempo la lettura della mail da parte del destinatario allora a quel punto non gliela spedisci e te la tieni fino a quando sei sicuro di spedirla. Sbaglio ?

>perché non si punti su questa funzione, ed eventualmente come
>averne una migliore (più rispondente ai desideri/abitudini degli
>utenti)

Io da sempre sostengo che i protocolli comuni più usati in Internet (FTP, SMTP/POP3, ecc.) sono ormai eccessivamente obsoleti infatti sono stati costruiti ed inventati più di 20 anni fa anche se migliorati in seguito e non rispondono più alle esigenze attuali. Quindi la rivoluzione dovrebbe partire da quelli.
Voi che ne pensate ?

Ciao
David De Giacomi | Microsoft MVP
http://blogs.dotnethell.it/david/

loregian Profilo | Newbie

il fatto è che 3/5 minuti è una soglia soggettiva... possono succedere tante cose che potrebbero portare alla necessità di avere un ripensamento o di fare una correzione.

Per quanto riguarda i protocolli... ci si dovrebbe pensare su: fatto sta che se consideriamo anche i protocolli per l'instant messaging (ormai quasi assimilabile alla mail per molti versi) allora non è del tutto veo che la ricerca è ferma. E' piuttosto vero che molti protocolli "scarni" sono standard assolutamente consolidati, e definiscono di per sè il canale (l'email) tanto che modificare questi protocolli corrisponderebbe alla definizione di una comunicazione con nuove modalità... e quindi un canale (più o meno) differente :)

Brainkiller Profilo | Guru

>il fatto è che 3/5 minuti è una soglia soggettiva... possono
>succedere tante cose che potrebbero portare alla necessità di
>avere un ripensamento o di fare una correzione.

Si ok, ma se da una parte l'integrazione/modifica di una mail già mandata potrebbe essere utile, la possibilità di un retract a tempo indefinito mi sembra poco utile per i motivi di cui prima. Cioè faccio un esempio se invii una mail, viene letta, e chiedi il retract cosa succede ?

>Per quanto riguarda i protocolli... ci si dovrebbe pensare su:
>fatto sta che se consideriamo anche i protocolli per l'instant
>messaging (ormai quasi assimilabile alla mail per molti versi)

Si però io non concordo. Forse perchè è a botta e risposta l'IM. Io ai miei clienti mica posso portargli i pezzi di transcript a fargli vedere cosa avevano detto il tal giorno alla tal ora. E' molto meglio formalizzare tutto su una mail o su un doc allegato, in modo da mantenere una history consistente.

>allora non è del tutto veo che la ricerca è ferma. E' piuttosto
>vero che molti protocolli "scarni" sono standard assolutamente
>consolidati, e definiscono di per sè il canale (l'email) tanto
>che modificare questi protocolli corrisponderebbe alla definizione
>di una comunicazione con nuove modalità... e quindi un canale
>(più o meno) differente

Esatto aggiungo inoltre che i protocolli di IM non sono standard ma sono tutti proprietari con l'esclusione di alcuni (pochi come Jabber per esempio). Anche se è facile fare il reverese engineering anche di quelli commerciali/propritari. (Vedi Pidgin ex GAIM).
Ciao

David De Giacomi | Microsoft MVP
http://blogs.dotnethell.it/david/
Partecipa anche tu! Registrati!
Hai bisogno di aiuto ?
Perchè non ti registri subito?

Dopo esserti registrato potrai chiedere
aiuto sul nostro Forum oppure aiutare gli altri

Consulta le Stanze disponibili.

Registrati ora !
Copyright © dotNetHell.it 2002-2023
Running on Windows Server 2008 R2 Standard, SQL Server 2012 & ASP.NET 3.5