Home Page Home Page Tips & Tricks Usare il completamento automatico della command line ?

Usare il completamento automatico della command line ?


Chi di voi ha cominciato a smanettare con il computer all'epoca del vecchio DOS o addirittura con Unix avrà passato tante ore davanti alla classica schermata nera con il prompt che lampeggiava instancabilmente.

All'epoca del DOS il doppio click che oggi conosciamo ed utilizziamo frequentemente in Windows per cambiare cartella (o directory :) o per aprire applicazioni era solo un miraggio infatti per spostarsi da una cartella all'altra o per lanciare dei files bisognava sempre digitare i classici comandi CD (Change Directory) seguiti sempre dal nome della directory o del file.
Questo comportava perdite di tempo notevoli.

Il prompt dei comandi
Il prompt dei comandi


Il DOS è passato di moda nel frattempo venendo rimpiazzato man mano dalle numerose versioni di Windows, che però hanno mantenuto un prompt dei comandi che molti chiamano ancora DOS e che viene usato dai soliti smanettoni per scriptare o per fare altre funzioni che probabilmente richiederebbero più passaggi da dentro Windows.

Con una delle più recenti versioni di Windows, XP se non sbaglio, è stato introdotto un Completamento Automatico, che pochi conoscono, della linea di comando tipico degli ambienti Unix/Linux.
Con questa funzionalità infatti la digitazione di cartelle e o comandi viene accelerata sensibilmente risparmiando molto tempo.
La chiave di tutto è il tasto Tab. Per provare sul campo ciò che sto dicendo è sufficiente aprire il prompt dei comandi, da Start->Esegui digitare "cmd" (senza virgolette) e premere Ok.

Ci troveremo in un battibaleno nel prompt dei comandi. Ora provate a cambiare cartella digitando semplicemente:

cd c:\wi

e premete più volte il tasto Tab. Questo è quello che succede sul mio PC ad ogni pressione:







Praticamente ciclicamente il prompt dei comandi ci propone nomi validi di cartelle a cui possiamo accedere dal path che abbiamo digitato.
La stessa cosa succede con qualsiasi altro comando del prompt dei comandi, per esempio:







Un trick poco conosciuto, ma molto utile per chi usa il prompt e la linea di comanda molto frequentemente.

Claudio Magistrelli segnala che la stessa funzionalità può essere abilitata anche su Windows 2000 seguendo pochi semplici passi.
E' infatti sufficiente aprire il Registro di Windows al seguente percorso:

HKEY_CURRENT_USER\Software\Microsoft\Command Processor

In seguito modificare (o creare se non presente) la chiave CompletionChar di tipo DWORD e assegnare il valore 9.
Copyright © dotNetHell.it 2002-2017
Running on Windows Server 2008 R2 Standard, SQL Server 2012 & ASP.NET 3.5