Home Page Home Page Articoli .NET Framework 1.1 Beta

.NET Framework 1.1 Beta

Una prima panormaica sulle novità offerte dal Framework 1.1 che sarà integrato nella prossima versione di Visual Studio .NET 2003.
Autore: David De Giacomi Livello:
E’ finalmente stata rilasciata in Beta la versione 1.1 del .NET Framework.
Questa versione sarà integrata e distribuita con Visual Studio .NET 2003 (nome in codice “Everett”) previsto in uscita per l’anno prossimo (probabilmente I o II trimestre 2003 secondo i piani) e distribuito anch’esso recentemente per una fase di beta-testing.
Ecco in breve le novità sostanziali del nuovo Framework:

Supporto IP6
A mio avviso una delle più importanti considerando il fatto che Internet è esplosa negli ultimi anni e sta continuando a crescere a ritmo vertiginoso. Il problema deriva dal fatto che il numero di IP disponibili si sta esaurendo in fretta e quindi è necessario un aggiornamento del famoso e vecchio protocollo (IP4) per supportare più combinazioni. Diversamente il numero di Host possibili sarebbe limitato e quindi anche un’eventuale ulteriore espansione di Internet subirebbe uno stop.
C’è da contare anche il fatto che il numero di periferiche che si possono connettere ad Internet sta crescendo ed infatti ora abbiamo a disposizione oltre ai normali computers anche altri terminali come telefoni di nuova generazione GPRS e UMTS, Tablet PC, ecc.
In più c’è il fatto che stati grandi e popolosi come la Cina si stanno affacciando verso queste tecnologie e che quindi le limitatezze dell’IP4 devono essere necessariamente superate per non subire un collasso del sistema.
Microsoft già da anni lavora su IP6 tanto che esiste proprio un gruppo di ricerca dedicato a questo argomento. Già le versione Home e Professional di XP includono lo stack IP6 così come anche la nuova versione di Windows .NET Server.

Supporto nativo per lo sviluppo di applicazioni “mobili”
Ricollegandoci a quanto detto poco fa, il numero di terminali che si collegheranno ad internet sta aumentando. Una parte significativa sarà occupata dai telefoni cellulari, palmari, ecc. Proprio per questo il Framework 1.1 contiene una nuova serie di controlli (Mobile Controls) che saranno ottimizzati proprio per questi device di ultima generazione.
Lo sviluppatore non dovrà più preoccuparsi di come rappresentare le informazioni, perché questo lavoro sarà svolto da questi controlli, e potrà concentrarsi sullo sviluppo delle funzionalità e della business logic delle sue applicazioni.
I nuovi device che avranno questo supporto saranno quelli dotati di Pocket PC 2000/2002 e Phone Edition.

Supporto per l’accesso a Database Oracle e ODBC
Se fino a poco fa questi due pacchetti erano disponibili per il download e installabili sul vecchio Framework 1.0, da questa release sono stati integrati. Abbiamo così a disposizione un accesso diretto ai Driver ODBC così come ai Database Oracle tramite l’interfaccia (OCI) nativa offerta da Oracle.

Esecuzione di Assemblies da Internet
La sicurezza è una cosa fondamentale al giorno d’oggi. Anche Microsoft ha prestato molta cura nello sviluppo del Framewrok ed in particolare sulla sicurezza. Fino alla release 1.0 i pacchetti scaricati da Internet non venivano eseguiti.
Dalla 1.1 la politica di sicurezza è stata leggermente modificata. Ora questi pacchetti ricevono dei permessi particolari che permettono all’Assembly di essere eseguito in una modalità protetta che però non consente di accedere al computer sottostante, in modo da non arrecare danni nel caso venga eseguito codice maligno.

Oltre a queste features che interessano prevalentemente gli sviluppatori ce ne sono altre che sono più orientate agli amministratori di rete:

Aumenta la sicurezza e la gestione delle applicazioni ASP.NET
Il Framework fornisce alcuni permessi e restrizioni alle applicazioni ASP.NET e Web Services. Con la versione 1.1 gli amministratori hanno la possibilità di configurare con molta flessibilità la sicurezza dei sistemi su cui vengono eseguite queste applicazioni e limitare eventualmente le risorse utilizzate o aggiungere o rimuovere altri permessi.

Controllo delle versioni
Ora è possibile installare sullo stesso sistema diverse versioni del Framework (es. 1.0 e 1.1) così come mantenere ed eseguire applicazioni o componenti che dipendono dalle diverse versioni del framework.
L’amministratore avrà così la possibilità di configurare le applicazioni tramite i file (più file diversi per ogni versione di framework) di configurazione delle applicazioni.
Voto medio articolo: 4.4 Numero Voti: 5
David De Giacomi

David De Giacomi

MVP Program Logo Approda al mondo dell'informatica nell' Aprile del 1994. Un amico gli fa conoscere il Quick Basic del DOS. E' cosi che inizia la sua attività di sviluppatore. Prosegue il suo percorso con altri linguaggi (Visual Basic, Pascal, Java, ANSI C), fino ad arrivare a .NET. Per un certo periodo affianca all'attività ... Profilo completo

Articoli collegati

Utilizzare NUnit per testare codice .NET
Scopriamo in questo articolo come utilizzare il popolare framework Open Source NUnit per effettuare Unit Testing del codice .NET aumentandone la qualità e riducendo il numero di eventuali bugs.
Autore: Michela Zangarelli | Difficoltà:
SQL Injection, che cosa è e come difendersi
I malintenzionati sono sempre dietro l'angolo. Il SQL Injection è una delle pratiche più semplici da utilizzare per attaccare un'applicazione poco sicura e violarla o arrecare danni al database. Vediamo che cos'è e come garantire la sicurezza delle applicazioni in modo adeguato.
Autore: Alessandro Alpi | Difficoltà: | Commenti: 4
Visual Studio 2005 Team System
Scopriamo il nuovo IDE di sviluppo che copre interamente l'intero ciclo di vita del software integrando in un solo ambiente più prodotti e studiato apposta per i ruoli di Architect, Developer e Tester.
Autore: Marco Caruso | Difficoltà: | Voto:
Tutorial ADO.NET ed esempi pratici - Parte 2
Dopo aver fatto un po' di teoria su ADO.NET nella Parte 1 dell'articolo procediamo con un Tutorial pratico che ci condurrà alla creazione di un'applicazione basilare che consenta l'accesso e la modifica dei dati su un Database Access.
Autore: Stefano Passatordi | Difficoltà: | Commenti: 10
Introduzione ad ADO.NET - Parte 1
ADO.NET è uno dei componenti chiave del .NET Framework. Eredita il nome dal vecchio ADO ma è praticamente quasi tutto cambiato. Una nuova architettura, nuovi concetti, nuove funzionalità e nuovi oggetti. Vediamo quali sono e a cosa servono.
Autore: Stefano Passatordi | Difficoltà: | Commenti: 6
Colonne calcolate e parola "Child" con ADO.NET
Una cosa utile di ADO.NET e' la possibilita di aggiungere ad una colonna da codice il cui valore sia il risultato di operazioni sui dati dei record (o tra valori di altre colonne). Quando si utilizza un dataset con piu tabelle collegate mediante relazioni invece, usando la parola chiave "child" si possono avere delle informazioni riguardanti le tabelle figlio, direttamente nei record della tabella
Autore: Matteo Raumer | Difficoltà: | Voto:
Usare degli indicatori di progresso con Query SQL
Nell'articolo vediamo come sia possibile con un l'aiuto delle classi DataReader e Command di ADO.NET, mostrare un indicatore di progresso che indichi lo stato di avanzamento di una query SQL durante il fetching dei dati.
Autore: Matteo Raumer | Difficoltà: | Voto:
La crittografia e la classe Rijndael
Vediamo come utilizzare una delle tante classi messe a disposizione dal .NET Framework per la crittografia dei dati. In particolare la classe Rijndael implementa un algoritmo di crittografia molto forte diventato famoso negli ultimi anni.
Autore: David De Giacomi | Difficoltà:
DES il famoso standard creato da IBM per la crittografia dei dati
In questo articolo dimostreremo come crittografare dei file usando il .NET Framework e in particolare la classe DESCryptoServiceProvider che implementa l'ormai noto algoritmo di cifratura inventato da IBM negli anni 70 chiamato DES (Data Encryption Standard)
Autore: David De Giacomi | Difficoltà: | Commenti: 2 | Voto:
Cosa sono e come funzionano le funzioni ricorsive?
Ecco tre esempi efficaci che vi spiegano come usare correttamente le funzioni ricorsive, per effettuare ricerche di file e cartelle all'interno del disco fisso, per ricostruire la struttura di un file XML oppure per svuotare determinati controlli in una Form.
Autore: Matteo Raumer | Difficoltà: | Commenti: 2
Costruire Console Applications con Visual Studio .NET
Spiegheremo in questo articolo i passi base fondamentali per costruire Console Applications utilizzando Visual Studio .NET.
Autore: David De Giacomi | Difficoltà: | Voto:
TextReader e TextWriter
Una panoramica su come utilizzare queste due classi che ci permettono di leggere e scrivere file di testo.
Autore: David De Giacomi | Difficoltà: | Commenti: 1 | Voto:
Giochiamo un po' con il registro di Windows!
Scopriamo uno degli elementi fondamentali del sistema operativo Windows e vediamo come è possibile accedervi tramite le classi offerte dal .NET Framework: Microsoft.Win32.Registry e Microsoft.Win32.RegistryKey
Autore: David De Giacomi | Difficoltà: | Commenti: 1 | Voto:
Cosa posso costruire con Visual Studio .NET ?
Un' introduzione sui vari tipi di progetto disponibili in Visual Studio dalle tipiche applicazioni Windows fino alle recenti applicazioni Web e agli innovativi Web Services.
Autore: David De Giacomi | Difficoltà: | Commenti: 1
Copyright © dotNetHell.it 2002-2017
Running on Windows Server 2008 R2 Standard, SQL Server 2012 & ASP.NET 3.5