Home Page Home Page Articoli Windows Longhorn Refresh - Build #4074 Screenshots

Windows Longhorn Refresh - Build #4074 Screenshots

Come annunciato poco più sopra nelle news è stata resa disponibile da Microsoft una nuova Build di Windows Longhorn la 4074 per l'esattezza. Ci sono alcune novità, sono stati apportati miglioramenti significativi in alcune aree e sono state implementate nuove funzionalità. Vediamo in questo articolo che cosa è cambiato.
Autore: David De Giacomi Livello:
Come e dove installare Windows Longhorn 4074
Sembra banale ma è uno dei primi problemi da risolvere. La 4074 è una versione Alpha e quindi molto delicata. Non c'è supporto di nessun tipo nè da Microsoft nè dai produttori delle periferiche Hardware e quindi dei driver, quindi è sempre un salto nel buio quando si hanno in mano questi software. Anche questa volta Windows non mi ha risparmiato facendomi dannare non poco per installarlo.


Altri Articoli in Tema



Anteprima Windows Longhorn, Architettura, WinFS (parte 1)

Windows Longhorn, Internet Explorer, Avalon e considerazioni (parte 2)




Se vuoi discutere l'argomento vai sul Forum nella stanza Generale!
Forum Stanza Generale



Avevo cominciato ad installarlo come macchina virtuale con Virtual PC. Peccato che alla fine dell'installazione (circa 2 ore) mi sono ritrovato che Virtual PC così come del resto VM Ware hanno un driver video che non supporta il Direct 3D quindi se volevo vedere gli effetti grafici nuovi non potevo e quindi ho cambiato strategia.

Ho intrapreso quindi la strada dell'installazione pulita su un nuovo server. Ho un server in casa che esegue giornalmente Jobs poco importanti. L'ho spento, ho fatto una sostituzione di disco fisso e sono partito con una nuova installazione.
Sembrava che tutto andasse liscio quando ad un certo punto una bella schermata blu mi dava il classico errore 0x000007b e cioè INACCESSIBLE BOOT DEVICE. Io che ero convinto di aver acquistato un buon computer, con un controller SATA, mi sono ritrovato nella situazione che Longhorn non riusciva a vederlo e di conseguenza anche i dischi sottostanti.
Ho provato quindi il trucchetto del F6 all'avvio per fornire driver dei controller ma anche questo non ha funzionato e alla fine con la coda fra le gambe, ho cambiato disco nuovamente e l'ho collegato al controller classico EIDE, e tutto ha funzionato perfettamente.

A qualcuno forse interessa. Riporto qui di seguito le caratteristiche del Server che ho utilizzato:

- CPU: AMD 2500+
- RAM: 512 DDR PC3200
- Disco: Maxtor 8.4 Giga 5400 rpm
- Video: ATI RADEON 9200 SE 64 Mb

La ATI Radeon 9200 è una buona scheda ma per far girare bene Windows Longhorn ci vorrebbe almeno una Radeon 9800 :-| e inoltre un upgrade della RAM ad almeno 1 Gb! Questa shot del Task Manager vi fa capire il perchè:



Come vedete sono già impegnati oltre 500 Mega di RAM ed il sistema era appena partito. Quando si avvia anche WinFS si può arrivare anche a 7/800.

Il processo di installazione
Si diceva che ci avremmo messo solo un quarto d'ora per installare Longhorn, ma mi sa che dovremo rimandare questo bel momento di qualche mese. Infatti io ci ho messo ben più di un'ora forse quasi due e mi sono molto annoiato. Come già detto la .iso di Longhorn occupa circa 700 mega però una volta espansi vanno ad occupare una bella fetta del disco fisso.
Nel mio caso mi sono ritrovato la cartella \Windows che occupava ben 2.8 giga !
In questa fase però non ci sono grosse novità, non è cambiato praticamente niente dalla build 4051.



Longhorn in esecuzione
Ed eccolo finalmente up & running. Il desktop è sempre molto accattivante. E' stata cambiata l'immagine di sfondo (che sforzo!):

Il nuovo Desktop
Il nuovo Desktop


ma passiamo subito alle novità:

L'orologio
L'orologio che è stato sempre molto limitato e rigido ora è completamente personalizzabile sia dal punto di vista visivo che comportamentale. E' infatti presente anche una utile sveglia che ci può avvisare della scadenza di un appuntamento o che è ora di svegliarsi e cominciare a lavorare.
Relativamente alla rappresentazione grafica ci sono vari Presets già impostati, qui sotto ne vediamo solo alcuni:



Anche la linguetta del fuso orario è stata leggermente modificata, niente di particolare, comunque è questa:




Disabilitare programmi all'avvio
Con Windows XP si utilizzava un Tool particolare contenuto nel sistema operativo:
http://www.dotnethell.it/tips/tip.aspx?TipID=43 ">Come disabilitare i programmi in avvio di Windows XP ?
Ora invece il Tool è stato integrato direttamente nel sistema operativo ed è accessibile molto semplicemente dal Pannello di controllo, dalle proprietà del sistema:




Longhorn orientato ai Mobile Devices
Il mondo dei Mobile Devices è sempre in continua evoluzione come del resto tutto il mondo dell'Information Technology. Anche Longhorn sta al passo con i tempi ed infatti all'interno del sistema è presente una comoda utility che permette il resize automatico delle immagini in modo da poterle inviare direttamente su dei PDA o degli Smartphone o ancora banalmente via E-Mail.
Uno slider vi permette di scegliere il dispositivo finale e poi il sistema effettuerà il ridmensionamento necessario e l'ottimizzazione:




Mille ricerche, un unico magazzino dati
Nessuno ne parla, ma forse è questa la vera potenza di Longhorn. Tutti i dati (file in genere, video, file musicali, contatti, e-mail) sono stati raggruppati in un unico catalogo.
E'WinFS che sta alla base di questo sistema. Ora dalla finestra Trova potrete cercare e trovare istantaneamente qualsiasi cosa, la mail che vi aveva spedito un certo paolo, il numero di telefono della nonna e così via. Immagino sapete bene ciò che succede oggi, quando cercate un file.. che dovete aspettare un'ora prima di avere due risultati.... stessa cosa con le e-mail se ne ricevete tante....



Tutto però ha un costo come detto, ed ecco il task manager con evidenza il processo WinFs.exe che si mangia "solo" 147 mega:




Icone Vettoriali
A quanto pare Microsoft è sulle orme di Linux e di KDE e Gnome. Infatti sembra che verranno utilizzate delle icone vettoriali piuttosto che le classiche rasterizzate. Con un'icona vettoriale infatti anche facendo un resize continuo, l'immagine non perde mai qualità proprio perchè l'immagine vettoriale contiene coordinate di punti e linee che compongono l'immagine. Facendo le dovute proporzioni avremo un'icona ingrandita anche cento volte o rimpicciolita con la stessa qualità dell'originale. Qui di seguito vedete infatti la differenza. La cartella ha una qualità molto elevata e contorni definiti, l'icona del disco fisso invece è molto sgranata perchè viene usato un resize classico (probabilmente pixel resize):



Ma non è finita qui, se la cartella contiene delle immagini si vedrà direttamente dall'esterno anche l'anteprima:




Nuovi Temi
E' stato aggiunto un nuovo Tema ora infatti sono disponibili Jade e Slate e qui vediamo un'anteprima dello stile applicato alle finestre:




Direct 3D, Effetti Speciali, Trasparenze
La ciliegina sulla torta è il nuovo sottosistema grafico basato su DirectX (ora 9 in futuro versione 10.0) che trasforma praticamente il sistema operativo in un Videogioco utilizzando Direct 3D per il rendering del desktop e quindi delle finestre. Per questo i requisiti hardware sono spesso inaccessibili. (Per abilitare i nuovi effetti è necessario digitare sbctl.exe start dalla command line.)
Vi dico solamente che quando effettuate un ridimensionamento di una finestra, Windows fa una fotografia alla finestra, e mentre voi fate il resize continua a ridimensionarla in modo da creare un effetto fluido e piacevole. Questo pesa enormemente sull'hardware però provocando anche degli scatti quando le GPU non riescono a lavorare perchè troppo sottodimensionate.
Questo però è il risultato che si ottiene:



Notate che sotto ogni finestra c'è un'ombreggiatura nero/grigia che da' l'impressione che le finestre siano posizionate su piani diversi (dà l'idea della tridimensionalità). Inoltre le barre del titolo hanno un effetto di trasparenza che permette di vedere che cosa c'è sotto.

Ma la cosa più emozionante è vedere le finestre che vengono effettivamente renderizzate in 3D. Ecco cosa succede se premete Alt+Tab per cambiare finestra/applicazione:



Addirittura utilizzando questa visualizzazione si può notare che il contenuto delle finestre se varia è continuamente aggiornato.


Stabilità ed Errori Vari
Devo ammettere che oltre alla continua lentezza (è un'alpha del resto) ho riscontrato anche diversi errori in particolare nell'avvio di Outlook Express. Non sono mai riuscito a tenerlo aperto per più di 5 minuti infatti come vedete non è presente neanche una screenshot :(
Oltre a ciò si aggiungono messaggi d'errore vari tipo il seguente:




Conclusioni
Spero di avervi riportato fedelmente almeno una parte delle novità contenute in questa nuova Build. Microsoft sta proseguendo con lo sviluppo di Longhorn e i frutti cominciano a vedersi. In particolare l'uso di Direct3D genera degli effetti eccezionali che non si possono neanche raccontare o presentare con delle immagini statiche.
Windows Longhorn probabilmente uscirà nel 2006. In quegli anni avremo a disposizione Computer con processori molto più potenti di quelli attuali, quindi l'eccessiva lentezza della Alpha non ci deve preoccupare più di tanto. Noi intanto restiamo in attesa di future Build.
Voto medio articolo: 3.7 Numero Voti: 12
David De Giacomi

David De Giacomi

MVP Program Logo Approda al mondo dell'informatica nell' Aprile del 1994. Un amico gli fa conoscere il Quick Basic del DOS. E' cosi che inizia la sua attività di sviluppatore. Prosegue il suo percorso con altri linguaggi (Visual Basic, Pascal, Java, ANSI C), fino ad arrivare a .NET. Per un certo periodo affianca all'attività ... Profilo completo

Articoli collegati

WCF Windows Communication Foundation - Serializzazione
La serializzazione è un processo di "trasformazione" degli oggetti molto utilizzato in .NET, fin dalla prima versione. In questo articolo approfondiremo il suo utilizzo all'interno del WCF e vedremo le possibilità che esso ci offre in questo contesto.
Autore: Giovanni Ferron | Difficoltà:
WCF Windows Communication Foundation - Overview
Questa introduzione è la prima parte di una serie di articoli su un componente chiave del .NET Framework 3.5 il Windows Communication Foundation (WCF). Vediamo che cos'è e come funziona.
Autore: Giovanni Ferron | Difficoltà: | Commenti: 3
Anteprima Windows Longhorn, Architettura, WinFS (parte 1)
Nella prima parte di questo articolo faremo una dettagliata introduzione relativa a Windows Longhorn, per capire che cos'è, come funziona e come è stato progettato. Successivamente mostreremo il nuovo e potentissimo File System WinFS descrivendone le caratteristiche principali.
Autore: David De Giacomi | Difficoltà: | Commenti: 2
Windows Longhorn, Internet Explorer, Avalon e considerazioni (parte 2)
In questa seconda parte, più ricca di screenshots vedremo le modifiche e i miglioramenti apportati ad Internet Explorer e al sistema operativo in generale. Ci sarà una breve introduzione su Avalon e alcune immagini vi mostreranno come sarà la GUI di Windows del futuro.
Autore: David De Giacomi | Difficoltà: | Voto:
Copyright © dotNetHell.it 2002-2017
Running on Windows Server 2008 R2 Standard, SQL Server 2012 & ASP.NET 3.5